Ricovero: 1 notte

 Sala operatoria: 2h

 Riposo: 10 giorni

 Medicazioni: 2

 Da procurarsi: reggiseno sportivo

 Quando: tutto l’anno

 Risultati: ottimi/buoni

La correzione del seno tuberoso

La correzione del seno tuberoso

 Ricovero: 1 notte
 Sala operatoria: 2h
 Riposo: 10 giorni
 Medicazioni: 2
 Da procurarsi: reggiseno sportivo
 Quando: tutto l’anno
 Risultati: ottimi/buoni

Se è vero che il volume del seno è importante per far sì che una donna si senta a proprio agio, bisogna considerare che anche la sua forma è un elemento determinante. Ecco perché quando una malformazione della ghiandola mammaria si ripercuote sulla forma del seno (seno tuberoso) dando alla mammella un aspetto irregolare o insolito è utile rivolgersi alla chirurgia plastica per risolvere il problema.

Cosa puoi ottenere con questo intervento

Con l’intervento di correzione del seno tuberoso puoi correggere tutti gli inestetismi derivanti da uno sviluppo incompleto delle mammelle che spesso creano significative differenze tra i due seni. Puoi quindi rimodellare la forma del tuo seno, ottenendo un corpo più armonico e proporzionato.

Puoi sottoporti all’intervento?

Puoi sottoporti a questo tipo di chirurgia plastica se hai una forma del seno strana o non armonica. Le forme che più comunemente si presentano sono: una base schiacciata ed il capezzolo e l’areola di dimensioni sproporzionate e protrudenti, oppure una forma a muso di snoopy (snoopy breast), oltre ad altri aspetti che riflettono uno sviluppo parziale o incompleto.

Cosa devi sapere prima di iniziare

Prima di affrontare il percorso chirurgico per la correzione del seno tuberoso devi sapere che per correggere questo inestetismo non puoi sottoporti ad una semplice mastoplastica additiva poiché ciò che serve non è un aumento del volume del seno ma una modifica della forma. Quindi prima di tutto dovrò intervenire sulla ghiandola mammaria, modellandone la forma affinché copra correttamente le protesi – se vogliamo inserirne per aumentare contestualmente il volume del seno – oppure semplicemente modellando il tessuto ghiandolare.
Durante la prima visita valuterò il grado di tuberosità del tuo seno e ti illustrerò tutte le possibilità correttive chirurgiche, più o meno invasive, e quali risultati potrai ottenere in modo che tu possa affrontare il percorso in modo consapevole.

Come si svolge il tuo intervento

Come detto non c’è una risposta chirurgica unica per il problema del seno tuberoso ma sceglierò quella più adatta a te a seguito della visita. Tuttavia è molto probabile che dovrai sottoporti ad una tipologia di intervento che prevede l’anestesia totale e il ricovero in clinica per almeno una notte. A seconda della tua situazione sceglieremo se per correggere il tuo seno basterà modificarne leggermente la forma utilizzando la metodica del lipofilling (che in questo caso richiede però più di un trattamento), se ricorrere a tecniche di mastopessi o valutare un impianto di protesi mammarie (come quelle utilizzate nell’aumento del seno).
In base all’intervento eseguito ti darò poi tutte le indicazioni da seguire nei 30/60 giorni successivi così da affrontare al meglio il periodo post operatorio.

Rischi e complicanze

I rischi e le complicazioni sono legati alla tipologia di intervento che andremo ad eseguire e te li illustrerò in dettaglio durante il nostro incontro. È importante comunque che tu sappia che purtroppo qualsiasi tipo di correzione di questo problema presenta il rischio di una parziale recidiva e cioè la tendenza del seno a riprendere parzialmente la forma precedente alla chirurgia.

Contattami per ogni informazione

CHIAMAMI
SCRIVIMI

Contattami per ogni informazione

CHIAMAMI
SCRIVIMI