Ricovero: ambulatoriale

 Sala operatoria: 1h

 Riposo: non necessario

 Medicazioni: 2

 Quando: tutto l’anno

 Risultati: ottimi

La correzione dei capezzoli

La correzione dei capezzoli

 Ricovero: ambulatoriale
 Sala operatoria: 1h
 Riposo: non necessario
 Medicazioni: 2
 Quando: tutto l’anno
 Risultati: ottimi

I capezzoli rappresentano solo una piccola parte della mammella, ma contribuiscono in modo determinante a rendere il seno della donna equilibrato, armonioso e gradevole nell’aspetto. Per questo la chirurgia estetica offre anche la possibilità di risolvere eventuali problemi o inestetismi dei capezzoli per ritrovare l’aspetto desiderato.

Cosa puoi ottenere con la correzione dei capezzoli

Con l’intervento di correzione dei capezzoli puoi eliminare eventuali disagi derivanti da una forma dei tuoi capezzoli inadeguata, asimmetrica o comunque anormale. In più puoi risolvere i problemi di erezione o inturgidimento (da contatto o da freddo) che spesso sono originati proprio dalla retrazione dei capezzoli e il loro infossamento, determinato da un accorciamento dei dotti galattofori.

Puoi sottoporti all’intervento?

Non vi sono particolari requisiti o limitazioni per eseguire l’intervento correttivo ai capezzoli. Puoi quindi ricorrere a questa soluzione se per ragioni congenite riscontri alterazioni più o meno evidenti come:

  • capezzoli eccessivamente proiettati
  • capezzoli eccessivamente grandi
  • capezzoli asimmetrici
  • capezzoli in sovrannumero
  • capezzoli infossati
  • areole deformate o asimmetriche

Cosa devi sapere prima di iniziare

Prima di affrontare il percorso per la correzione dei capezzoli è necessario naturalmente un incontro durante il quale io possa valutare in dettaglio la tua situazione, il problema presente e capire quali sono le tue aspettative rispetto all’intervento. È importante però che tu sia consapevole da subito che la correzione del capezzolo è un intervento abbastanza semplice e rapido (con una limitata invasività) ma che in alcuni casi richiede la sezione dei dotti galattofori e questo ti precluderà nel futuro la possibilità di allattare.
Le cicatrici per queste tipologie di intervento sono invece invisibili perché normalmente molto sottili e praticate esattamente lungo il perimetro dell’areola.

Come si svolge il tuo intervento

L’intervento che sceglierò di eseguire dipende dal tipo di inestetismo dei tuoi capezzoli. Si potrebbe quindi trattare di un intervento in anestesia totale o locale a seconda della soluzione prescelta.

In estrema sintesi (sarà mia premura spiegarti presso il mio studio tutti i dettagli dell’intervento che sceglieremo) utilizzerò procedure diverse in base alle seguenti situazioni.

  • CAPEZZOLI INTROFLESSI: con una piccola incisione, scollerò i tessuti sottostanti estroflettendo il capezzolo per poi suturarlo nella nuova proiezione.
  • CAPEZZOLI SPORGENTI O TROPPO GROSSI: tramite piccole incisioni asporterò piccole parti di tessuto per ridimensionare il capezzolo in forma e diametro.
  • CAPEZZOLI IN SOVRANNUMERO: asporterò i capezzoli in esubero, e anche l’eventuale ghiandola mammaria, con un’incisione.
  • AREOLA SPORGENTE E SFORMATA: ridimensionerò l’areola con un’incisione e la riporterò a una forma e dimensione normali.

Indipendentemente dall’intervento svolto, ti applicherò poi punti di sutura o cerotti chirurgici e bendaggi. Per i primi giorni dovrai evitare movimenti energici con le braccia ma in breve tempo potrai tornare alla normalità.

Rischi e complicanze

I rischi e le complicazioni dell’intervento sono le stesse che si possono teoricamente verificare in tutti i tipi di chirurgia, sono comunque estremamente rari e limitati a piccole infezioni locali. È giusto sottolineare che sono possibili, anche se non frequenti, delle recidive che tuttavia possono essere facilmente risolte con un re-intervento.

Risultati e testimonianze

Contattami per ogni informazione

CHIAMAMI
SCRIVIMI

Contattami per ogni informazione

CHIAMAMI
SCRIVIMI