Sala operatoria: da 90 minuti a 2 ore

 Riposo: 10 giorni

 Medicazioni: 2

 Da procurarsi: guaina

 Quando: tutto l’anno

 Risultati: ottimi

Lifting per tonificare
e rimodellare le braccia

Lifting
per tonificare
e rimodellare
le braccia


 Sala operatoria: da 90 minuti a 2 ore
 Riposo: 10 giorni
 Medicazioni: 2
 Da procurarsi: guaina
 Quando: tutto l’anno
 Risultati: ottimi

Ci sono parti del corpo che molto più di altre il clima e le abitudini ci costringono ad esporre allo sguardo degli altri. Le braccia sono forse la principale, per questo molte persone vivono con imbarazzo gli inestetismi che le affliggono e spesso sono costrette a convivere quotidianamente con il disagio di non essere a proprio agio con se stesse, anche solo per la scelta degli abiti da indossare. In questi casi il lifting rappresenta una soluzione estremamente valida perché permette di risolvere il problema in modo rapido e poco invasivo, aiutandoti a recuperare sicurezza in te stesso e nel tuo aspetto.

Cosa puoi ottenere con il lifting

Con il lifting puoi ridurre o eliminare l’eccesso cutaneo a livello delle braccia dovuto ad un calo ponderale o più semplicemente all’età dando al tempo stesso una maggiore tonicità a tutto il braccio. Potrai così risolvere, ad esempio, quel fastidioso inestetismo conosciuto come “ali di pipistrello”, diminuire la circonferenza del braccio e più in generale ritrovare l‘armonia delle proporzioni.

Puoi sottoporti all’intervento?

Non ci sono indicazioni particolari per sottoporsi a questa tipologia di intervento ma ti suggerisco di non sottoporti a lifting nel caso tu sia un soggetto con una particolare reattività individuale alla cicatrizzazione patologica. In rari casi, infatti, possono presentarsi cicatrici arrossate e in rilievo (cicatrici ipertrofiche) che renderebbero il risultato non soddisfacente.

Cosa devi sapere prima di iniziare

Prima di eseguire un lifting è opportuno incontrarci nel mio studio per valutare la tua situazione e le tue aspettative. Durante la visita osserverò attentamente i tessuti sottocutanei e muscolari, la presenza di smagliature e l’eventuale eccesso di tessuto adiposo. In questa sede ti darò anche tutte le spiegazioni relative alla sede e alla lunghezza delle cicatrici finali.
Se infatti l’eccesso cutaneo dovesse essere di modesta entità, l’asportazione della cute può essere fatta riducendo la cicatrice alla sola regione ascellare, rendendola praticamente invisibile. Se invece l’intervento dovesse essere più esteso è importante che tu sia consapevole che potrebbero crearsi cicatrici finali importanti. Queste, posizionate nella cosiddetta “zona d’ombra” fra la parte anteriore e quella posteriore del braccio, sono abitualmente poco visibili a braccia estese lungo il corpo ma diventano evidenti a braccia sollevate.

Come si svolge il tuo intervento

Il tuo intervento verrà realizzato in anestesia locale con sedazione e solo se necessario valuterò un’eventuale anestesia generale. Nel caso durante la visita preliminare abbia rilevato un eccesso significativo di grasso, effettuerò preliminarmente una liposuzione per eliminarlo e ridurre la circonferenza del braccio. Solo a questo punto procederò ad eliminare l’eccesso cutaneo. Generalmente non è necessario posizionare drenaggi ma dopo l’intervento dovrai mantenere gli arti superiori in scarico e sollevati per alcuni giorni per ridurre l’edema ed il fastidio post-operatorio.

La durata del decorso è variabile ma sarà necessaria almeno una settimana prima che tu possa riprendere le tue normali attività quotidiane. Per le attività sportive dovrai invece attendere circa un mese. Inoltre, nei mesi successivi all’intervento dovrai evitare di esporre le cicatrici al sole e avrai comunque una riduzione o perdita temporanea della sensibilità cutanea delle zone trattate.

Rischi e complicanze

Come tutti gli interventi chirurgici anche il lifting può avere complicanze come ematomi, sieromi ed infezioni. Anche se raramente, è poi possibile che ci sia riapertura della ferita, cioè una separazione dei bordi generalmente limitata alla regione ascellare e risolvibile con medicazioni locali.
Bisogna poi prestare una certa attenzione alle cicatrici estese lungo il braccio che, in alcuni casi, possono allargarsi o pigmentarsi. In tali casi, può essere opportuno a distanza di 6-12 mesi sottoporsi ad una piccola revisione chirurgica delle cicatrici.
Ricorda comunque che rivolgendoti ad un chirurgo plastico competente ed esperto questi rischi sono ridotti al minimo e vengono gestiti in tutta tranquillità.

Contattami per ogni informazione

CHIAMAMI
SCRIVIMI

Contattami per ogni informazione

CHIAMAMI
SCRIVIMI