Ricovero: 3non necessario

 Durata: 10-20 min

 Riposo: non necessario

 Quando: sempre

 Risultati: ottimi

L’asportazione delle
neoformazioni cutanee

L’asportazione delle
neoformazioni
cutanee


 Ricovero: non necessario
 Durata: 10-20 min
 Riposo: non necessario
 Quando: sempre
 Risultati: ottimi

Negli ultimi anni è fortunatamente aumentato il livello di attenzione nei confronti dei nei e dei rischi associati a questi “ospiti” della nostra pelle.
I nei sono infatti dei piccoli tumori della pelle e il loro controllo è una pratica che ogni persona dovrebbe effettuare periodicamente. Se infatti è vero che ciascuno di noi può monitorare la propria situazione prestando attenzione a cambiamenti di forma e dimensione, solo uno specialista può eseguire un controllo accurato e una mappatura dei nei maggiormente a rischio che sarà molto utile per tenere sotto controllo l’evolversi della situazione.
Non solo, lo specialista è in grado di valutare se è necessario procedere all’asportazione del neo e all’esame istologico per valutarne la natura.
Non dimentichiamo poi che ci sono nei che possono risultare fastidiosi pur non essendo “a rischio” da un punto di vista oncologico. Si tratta di quei nei che per dimensione o posizione limitano la nostra libertà di movimento nella vita di tutti i giorni e che proprio per questo possono essere oggetto di asportazione.

Cosa puoi ottenere con la asportazione delle neoformazioni cutanee

Asportando nei ritenuti pericolosi puoi proteggere la tua salute evitando di dover affrontare in futuro gravi patologie (tumori) e relative cure. L’esame istologico contestuale all’asportazione ti permette inoltre di evidenziare eventuali predisposizioni verso certe patologie e di eseguire quindi altri accertamenti o programmi di prevenzione. L’eliminazione dei nei antiestetici o fastidiosi ti garantisce importanti benefici in ambito estetico e di recupero della tua naturale libertà di movimento.

Puoi sottoporti all’intervento?

L’asportazione di un neo è un’operazione che non richiede particolari requisiti o vincoli per poter essere affrontata. È tuttavia fondamentale per pianificare al meglio l’intervento e le sue caratteristiche una visita preliminare presso il mio studio così da valutare con attenzione la tecnica più adatta all’asportazione tra quelle disponibili.

Cosa devi sapere prima di iniziare

Prima di affrontare l’intervento è importante che tu sappia che ci sono diverse tipologie di neoformazioni cutanee e che queste possono essere maligne, benigne o anche a cavallo tra queste due condizioni. Proprio per questo la visita preliminare diventa fondamentale per capire la natura dei tuoi nei e, di conseguenza, come procedere. L’intervento è quindi un’operazione rivolta a tutelare la tua salute e per questo deve privilegiare prima di tutto la completa asportazione della lesione. Garantito il risultato per la tua salute, il mio primo obiettivo è ottenere anche la migliore soluzione da un punto di vista estetico. Per questo opererò per avere la cicatrice più piccola e nascosta possibile, senza rinunciare alla tua sicurezza.

Come si svolge il tuo intervento

L’asportazione del tuo neo avverrà in anestesia locale con una piccola iniezione di anestetico. Successivamente procederò ad effettuare l’intervento secondo la tipologia che avremo preventivamente individuato tra le 2 principali disponibili: asportazione laser o asportazione chirurgica.

Nel caso dell’asportazione laser (eseguibile solo nel caso non sia necessario l’esame istologico) procederò a fotocoagulare la lesione mediante il laser, mentre se opteremo per l’asportazione chirurgica effettuerò un’incisione ed eliminerò una losanga di cute che comprenda il neo o la neoformazione. In questo secondo caso, suturerò poi la ferita con uno o più fili riassorbibili e/o non riassorbibili, a seconda della zona corporea interessata, al fine di ottenere la migliore cicatrizzazione possibile.

Indipendentemente dall’intervento eseguito sarà necessario un intervallo di tempo tra 1 e 3 settimane per completare la guarigione. Nel caso dell’asportazione chirurgica, potrebbe anche essere necessaria la rimozione dei punti.

Rischi e complicanze

L’asportazione di un neo o di una neoformazione è un’operazione estremamente semplice purché affidata ad un chirurgo plastico con esperienza nel settore. Ovviamente come ogni intervento chirurgico possono verificarsi complicazioni di carattere generale come emorragie, infezioni, ematomi e sieromi. Affidandoti ad uno specialista riconosciuto questi rischi si riducono al minimo e, nel caso si presentino, sono facilmente gestibili.

Risultati e testimonianze

Contattami per ogni informazione

CHIAMAMI
SCRIVIMI

Contattami per ogni informazione

CHIAMAMI
SCRIVIMI